Patrimonio Culturale Immateriale in Ucraina

Il Patrimonio Culturale non è solo monumenti e collezioni di oggetti ma anche tutte le tradizioni vive trasmesse dai nostri antenati: espressioni orali, incluso il linguaggio, arti dello spettacolo, pratiche sociali, riti e feste, conoscenza e pratiche concernenti la natura e l’universo. artigianato tradizionale. Questo patrimonio culturale immateriale è fondamentale nel mantenimento della diversità culturale di fronte alla globalizzazione e la sua comprensione aiuta il dialogo interculturale e incoraggia il rispetto reciproco dei diversi modi di vivere. La sua importanza non risiede nella manifestazione culturale in sé, bensì nella ricchezza di conoscenza e competenze che vengono trasmesse da una generazione all’altra.

L’UNESCO ha riconosciuto come Patrimonio Culturale Immateriale tre elementi in Ucraina:

  • La pittura decorativa di Petrykivka (iscritta nel 2013 nella Lista Rappresentativa del Patrimonio Culturale immateriale) Gli abitanti del villaggio di Petrykivka decorano i loro alloggi, oggetti domestici e strumenti musicali con uno stile di pittura ornamentale caratterizzato da fiori fantastici e altri elementi naturali, basato su un'attenta osservazione della flora e della fauna locali. Quest'arte è ricca di simbolismo: il gallo rappresenta il fuoco e il risveglio spirituale, mentre gli uccelli rappresentano la luce, l'armonia e la felicità. Nella credenza popolare, i dipinti proteggono le persone dal dolore e dal male. La popolazione locale, e in particolare le donne di tutte le età, sono coinvolte in questa tradizione di arte popolare. Ogni famiglia ha almeno un praticante, rendendo la pittura decorativa parte integrante dell'esistenza quotidiana nella comunità. Le tradizioni pittoriche, compreso il simbolismo degli elementi ornamentali, vengono trasferite, rinnovate e valorizzate di generazione in generazione. Le scuole locali a tutti i livelli, dalla scuola materna all'università, insegnano i fondamenti della pittura decorativa Petrykivka, con tutti i bambini che hanno l'opportunità di studiarla. La comunità insegna volentieri le sue capacità e il suo know-how a chiunque mostri un interesse. La tradizione delle arti decorative e applicate contribuisce al rinnovamento della memoria storica e spirituale e definisce l'identità dell'intera comunità.
  •  Le canzoni cosacche della regione di Dnipropetrovsk (iscritte nel 2016 nella Lista del Patrimonio Immateriale che necessita di urgente tutela) Questi canti delle comunità della regione di Dnipropetrovsk raccontano storie sulla tragedia della guerra ma anche sui rapporti personali dei soldati cosacchi. I cantanti praticano la tradizione in tre diversi gruppi: Krynycya, Boguslavochka e Pershocvit. Le canzoni sono cantate per piacere e così i praticanti possono avere una connessione con il passato: i loro antenati e la storia della loro comunità. Molti dei cantanti, uomini e donne, hanno tra i 70 e gli 80 anni e sono stati coinvolti nella pratica per la maggior parte della loro vita. I gruppi operano attorno a due interpreti principali: il primo che ha conoscenza di tutti i testi delle canzoni inizia il canto, poi inizia il secondo (a voce alta), seguito dal resto del gruppo (a voce media e bassa). Se i cantanti maschi non sono presenti nel gruppo, le donne li impersonano approfondendo le loro voci. I cantanti normalmente si incontrano regolarmente e, sebbene non richiedano udienza, a volte possono tenere un concerto. È una tradizione che si trasmette all'interno delle famiglie in cui i membri più giovani imparano da quelli più esperti, ma la sua continuità è ora in discussione a causa dell'invecchiamento della popolazione portatrice e della scarsità di altre fonti di conoscenza da cui le nuove generazioni possono imparare.
  • La tradizione della ceramica dipinta di Kosiv (iscritta nel 2019 nella Lista Rappresentativa del Patrimonio Culturale immateriale) è nata nel 18° secolo, raggiungendo il suo periodo d'oro a metà del 19° secolo. I prodotti - piatti, oggetti cerimoniali, giocattoli e piastrelle - sono realizzati con argilla grigia locale, annaffiata con un'argilla bianca di consistenza cremosa; una volta asciugati, vengono dipinti utilizzando una tecnica di graffiatura con bastoncini di metallo per formare un disegno grafico di contorno. Vengono poi cotti e verniciati con ossidi metallici per produrre i tradizionali colori verde e giallo. A volte i maestri aggiungono un po' di cobalto, ma non tanto da perdere la colorazione tradizionale. Durante la cottura, il colorante verde si stende per creare l'effetto acquerello, solitamente chiamato "lacrime". La caratteristica principale della ceramica Kosiv è il design figurativo dell'ornamento. Il motivo della trama esprime la storia, la vita, il folklore, le credenze e i costumi degli Hutsul e la flora e la fauna circostanti. Le ceramiche sono utilizzate nella vita di tutti i giorni e hanno un valore pratico e artistico. I maestri lavorano in laboratori familiari e piccoli laboratori artigianali e la pratica costituisce un segno identitario e segno di affiliazione con la comunità. Il Dipartimento di Ceramica d'Arte del Kosiv College garantisce la continuità di generazioni di maestri e portatori e ha una responsabilità speciale nel sostenere la tradizione, preservando il ciclo tecnologico tradizionale.